agonia
italiano

v3
 

Agonia.Net | Regolamento | Mission Contatto | Registrati!
poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
armana Poezii, Poezie deutsch Poezii, Poezie english Poezii, Poezie espanol Poezii, Poezie francais Poezii, Poezie italiano Poezii, Poezie japanese Poezii, Poezie portugues Poezii, Poezie romana Poezii, Poezie russkaia Poezii, Poezie

Articolo Comunità Concorso Saggistica Multimedia Personali Poesia Stampa Prosa _QUOTE Sceneggiatura speciale

Poezii Romnesti - Romanian Poetry

poezii


 

dello stesso autore


Traduzioni di questo testo
0

 I commenti degli utenti


print e-mail
Lettori: 1482 .



se il mio ardere non avesse del corpo il capestro
poesia [ ]

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
di [jacquelinemiu ]

2008-11-22  |     | 



se il mio ardere non avesse del corpo il capestro
sarei già lì

a tentarti con lingue di fiamma l’insonnia
ma il fuoco è imbrigliato nel petto
ed urla come un demone al cuore
per evadere verso altre dimensioni
spazi ostruiti colano dalle pareti l’umore degli angeli
sono andati perduti i tempi
del puro
del prego
del pentimento
se il mio ardere potesse scaldarti il cuore
questo immenso gelo sul mondo smetterebbe d’ uccidere i sogni
dei randagi vissuti solo al cospetto di ragione
quasi a cercarsi nelle orme lasciate sul tracciato delle vie

l’un con l’altro

e desta i lumi della mente
smarrire il tempo nelle vertigini celesti
perché il vortice d’aria alimentati dal vento
nutrono il rogo
come se le ceneri di carta scrivessero per i profeti della strada
poemi d’amore
come se l’avere un torrente in piena e non un mare calmo
desse vigore al volo
fino a te
fino alla tua guancia baciata dal cuscino

****

se il mio ardere non avesse del corpo il capestro
smetterei di soffocare la stella dentro
le colonie di falene si sbroglierebbero dall’aura esausta dei lampioni
per volare vicino agli uomini in un perpetuo gioco
col tenero svolazzare oltre il varco di luminose passioni
insofferenti al pianto di foglie dell’autunno
al dolore cui l’artiglio del buio colpisce l’ala
nella piroetta tre le dimensioni dell’estro
luci
ombre
ma il mio incendio avvampa solo sul respiro
le lettere tizzoni d’inchiostro chiedono cornici d’oro

perché l’insonnia d’amore rende deboli
perché nulla appaga lo spirito

se non il male per cui si soffre
tacite conversazioni col silenzio l’unica lunga lettera
come lo scroscio di acque di una nervosa pioggia
sul libido della vena palpitante d’emozione
del poeta ancora non accorto all’assoluto
ma vicino alla speranza di esserne travolto

.  |










 
poezii poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
poezii Questo è l'Olimpo della Lettertura, della Poesia, e della Cultura. Se hai piacere di partecipare alle nostre iniziative scrivi altrimenti appaga la tua conoscenza con gli articoli, la saggistica, la prosa, la poesia classica e/o contemporanea oppure partecipa ai nostri concorsi. poezii
poezii
poezii  Cerca  Agonia.Net  

La riproduzione di qualsiasi materiale che si trova in questo sito, senza la nostra approvazione, é assolutamente vietata
Copyright 1999-2003. Agonia.Net

E-mail | Politica di condotta e confidenzialità

Top Site-uri Cultura - Join the Cultural Topsites!