agonia
italiano

v3
 

Agonia.Net | Regolamento | Mission Contatto | Registrati!
poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
armana Poezii, Poezie deutsch Poezii, Poezie english Poezii, Poezie espanol Poezii, Poezie francais Poezii, Poezie italiano Poezii, Poezie japanese Poezii, Poezie portugues Poezii, Poezie romana Poezii, Poezie russkaia Poezii, Poezie

Articolo Comunità Concorso Saggistica Multimedia Personali Poesia Stampa Prosa _QUOTE Sceneggiatura speciale

Poezii Românesti - Romanian Poetry

poezii


 

dello stesso autore


Traduzioni di questo testo
0

 I commenti degli utenti


print e-mail
Lettori: 2471 .



La romena e il siciliano
poesia [ ]

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
di [fllorina ]

2005-05-19  |     | 



(dalla Raccolta "La mia Palermo")

Dietro a questa notte, in un letto lontano,
Dorme la donna che lui aveva amato per la prima volta.

„Avevo conosciuto una romena, bionda
Dagli occhi di ghiaccio azzurro e la saetta dell’amore
Mi aveva colpito di scatto.
Ero in ricerca di dolcezza e passione, ma lei mi ha regalato
Più di quanto ho mai pensato...”

„Avevo conosciuto un siciliano, dalla pelle tanto abbronzata
Che la mia, quando carezzava la sua, sembrava latte,
Ma a lui piaceva la mia pelle e le mie labbra di fragola rosa.
Avevo provato a fare l'indifferente perchè -
GiĂ  mi ero sentita tantissime volte come un petalo
Soffiato sulle strade dell’amore e non volevo più
Galleggiare da nessuna parte, finendo atterrata”.

„Avevo conosciuto una bionda che quando la toccavo,
Mi graffiava con sguardi di gatta e mi saettava
Come un sole che mandava i suoi raggi su di me,
Ma non per brucciarmi, ma per scaldarmi
E ora le mie lenzuola sono fredde.”

„Ho mollato e chissà cosa avrà pensato!?
Forse che sono come una di quelle
Che si danno per un pezzo d’oro,
Ma io sentivo un battito forte che mi soffoccava.
Nella mattina piovosa, sono scappata
Con i vestiti strappati di rabbia e squallore
Perchè non sapevo dove nascondere il viso dalla vergogna.”

„Perchè se n’è andata, ancora non capisco.
Nessuna, oh, nessuna potrĂ  mai assomigliarle
E io non tornerò mai più in quella città
Dove l’ho incontrata la prima volta, leccando un gelato.
La guardavo tramite il vetro del ristorante.
Oh, bionda ragazza, perchè te ne sei andata?!
Se aspettavi ancor un mattino...
Io ti avrei portata con me.
Per sempre accanto al mio cuore.”

„Non potevo svegliarmi e guardarlo in faccia.
E avevo paura che, se avessi aspettato,
Mi avrebbe potuto dire di essere una qualsiasi”.

Dietro a questa notte, in un letto lontano,
Dorme la donna che lui aveva amato per la prima volta.
E loro due non sanno -
Che una lettera sta per arrivare e farli incontrare
Nello stesso ristorante,,
Assaporando un gelato....con amore.
17.12.2004
Florina Petcu

.  |










 
poezii poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
poezii Questo è l'Olimpo della Lettertura, della Poesia, e della Cultura. Se hai piacere di partecipare alle nostre iniziative scrivi altrimenti appaga la tua conoscenza con gli articoli, la saggistica, la prosa, la poesia classica e/o contemporanea oppure partecipa ai nostri concorsi. poezii
poezii
poezii  Cerca  Agonia.Net  

La riproduzione di qualsiasi materiale che si trova in questo sito, senza la nostra approvazione, Ă© assolutamente vietata
Copyright 1999-2003. Agonia.Net

E-mail | Politica di condotta e confidenzialitĂ 

Top Site-uri Cultura - Join the Cultural Topsites!