agonia
italiano

v3
 

Agonia.Net | Regolamento | Pubblicità Contatto | Registrati!
poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
armana Poezii, Poezie deutsch Poezii, Poezie english Poezii, Poezie espanol Poezii, Poezie francais Poezii, Poezie italiano Poezii, Poezie japanese Poezii, Poezie portugues Poezii, Poezie romana Poezii, Poezie russkaia Poezii, Poezie

Poesia Personali Prosa Sceneggiatura Saggistica Stampa Articolo Comunità Concorso speciale Tecniche letterarie

Poezii Românesti - Romanian Poetry

poezii


 

dello stesso autore




Traduzioni di questo testo
0

 I commenti degli utenti


print e-mail
Lettori: 1680 .



Gli ospiti dei Cesari
articolo [ ]
_ sulla nuova Italia e sui popoli che la stanno ricostruendo_

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
di [jacquelinemiu ]

2009-12-06  |     | 



L’Italia è stata invasa e trasformata; qualcuno potrebbe pensare che i popoli nella storia delle immigrazioni fondessero così le loro conoscenze e le loro usanze. Il mondo latino si mescola così a quello arabo e a quello ortodosso, dando alla storia una visione diversa dall’egemonia collettiva a cui ci eravamo abituati in questi pochi decenni del XX sec. . Le tendenze politiche attuali si trasformano secondo le necessità e il credo dei nuovi cittadini. Nonostante ci vogliano minimo un altro paio di decenni, per trovare una vera stabilità e coscienza nazionalista; ricordando che attualmente gli immigranti in questo paese sono visti come dei barbari, i primi sintomi di internazionalità si vedono nella vita quotidiana. Il Parlamento è una entità lontana ed estranea, il governo è una sorta di cattivo spettro che incombe sul popolo; popolo già angustiato dalla lenta crescita economica e dal rincaro dei beni di prima necessità. Tra le più grandi comunità abbiamo quelle dei cinesi, dei romeni e delle popolazioni sudamericane. La visione quasi olfattiva di un sogno oltre i propri confini, hanno portato qui le genti e i loro familiari, come nei primi anni cinquanta l’emigrazione italiana arrivava negli Stati Uniti, a stabilirsi cercando di cementare la convinzione di una vita migliore. La storia cosa ne pensa? Ma la storia sta a guardare come una vecchia zitella, cercando di criticare queste avulsioni di popoli lontani dalle proprie terre. La gente critica solo per un difetto di identità, e sembra che per riconoscersi nazionalisti anche in Italia ci sia bisogno di un credo più unificato e non questa sorte di ostracismo che tratta lo straniero come un criminale di guerra. Per un essere umano la casa può essere ovunque, la collettività è una necessità prioritaria per la sopravvivenza della nostra specie, allora perché la storia si meraviglia di questa crescita apportata da persone così diverse eppure così uguali a noi?
Nessuno capisce che da questa unione il nostro genere ne uscirà intellettualmente più attivo e più competitivo, fisicamente più bello e più forte. Il coraggio di affrontare gli esodi dei più poveri è poco ben visto ed è vanto solo dei pochi politici a caccia di voti virtuali. Il nuovo popolo che si va creando su terre di Cesari e del Sanctus, è barbaro quanto le prime vertebre della creazione della Cristianità. L’Italia è una culla così stretta a volte che la fede in Cristo non basta ad allargare per fare sentire sicuri tutti i figli. Basta poco, io credo, a vincere le teorie dei sociologi, a fare tacere le superstizioni e le malelingue; basta fare emergere lo spirito di fratellanza per tutti quelli che lavorano per rendere la nostra vita migliore; riconoscendo anche a coloro che sono di pelle e di religione diversa, la stessa appartenenza ad una giovane nazione e non a un vecchio paese che vive solo del ricordo della storia.

.  |










 
poezii poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
poezii Questo è l'Olimpo della Lettertura, della Poesia, e della Cultura. Se hai piacere di partecipare alle nostre iniziative scrivi altrimenti appaga la tua conoscenza con gli articoli, la saggistica, la prosa, la poesia classica e/o contemporanea oppure partecipa ai nostri concorsi. poezii
poezii
poezii  Cerca  Agonia.Net  

La riproduzione di qualsiasi materiale che si trova in questo sito, senza la nostra approvazione, é assolutamente vietata
Copyright 1999-2003. Agonia.Net

E-mail | Politica di condotta e confidenzialità

Top Site-uri Cultura - Join the Cultural Topsites!