agonia
italiano

v3
 

Agonia.Net | Regolamento | Pubblicità Contatto | Registrati!
poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
armana Poezii, Poezie deutsch Poezii, Poezie english Poezii, Poezie espanol Poezii, Poezie francais Poezii, Poezie italiano Poezii, Poezie japanese Poezii, Poezie portugues Poezii, Poezie romana Poezii, Poezie russkaia Poezii, Poezie

Poesia Personali Prosa Sceneggiatura Saggistica Stampa Articolo Comunità Concorso speciale Tecniche letterarie

Poezii Românesti - Romanian Poetry

poezii


 

dello stesso autore




Traduzioni di questo testo
0

 I commenti degli utenti


print e-mail
Lettori: 1820 .



Del declino dell’arte e della sua rinascita.
saggistica [ ]
- articolo sulla decadenza delle arti -

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
di [jacquelinemiu ]

2007-05-09  |     | 





Del declino dell’arte e della sua rinascita.


L'arte ha subito un vero declino, negli ultimi quaranta anni.
La sua resa forse dovuta al troppo sviluppo tecnologico, ha individualizzato un regresso nella lettura e sopratutto nell'apprezzamento del libro. Insomma passiamo moltissime ore a scoprire il mondo del computer, come i bambini che cercano di capire un nuovo giochino. Abbiamo smaterializzato e resa impotente la necessità di umanizzare le arti. Il componimento artistico richiede il pubblico, come un fiore pretende qualcuno che n’assapori il profumo. La letteratura è decadente, impersonale, vuota ma soprattutto poco incoraggiata. Quello che si critica è quello che il mercato offre. Non a caso il genere artistico cerca nuove idee, come se ci fosse necessità di re-inventare i sentimenti, i tormenti, il dolore, l’amore. E’ come il proverbio del cane che si mangia la coda. La tecnologia influenza le arti, le quali devono produrre nuovi linguaggi. Eppure i sentimenti sono quelli che gli esseri umani esprimono da millenni, con linguaggi antichi o moderni.
Gli autori veri, esistono, indipendentemente se cercati in un mondo virtuale o reale. Ragazzi, professionisti, autodidatti, sono pietre grezze che fluiscono senza sbandierare i propri pensieri, aspettando nella miniera dei club per autori di essere individuati. Abbiamo bisogno di loro per scrivere la storia.
La mia critica è rivolta all’intera società che non vede il proprio degrado. Una collettività limitata a perseguire obiettivi economici più sicuri. Più interessanti dei dettami umani disciplinati dalla cultura. La metrica sociale oggigiorno è informe e scardinata dalla mutevole politica dirigenziale. In fondo chi ci comanda impone le mode e noi come allora, ricordiamo le gabbie del comunismo da cui si fuggiva per fare libera parola. Oggi la cosa è peggiorata, non solo scappare non porta un risultato, ma restare significa cadere nella trappola di abbandonare l’arte, per trovarsi un lavoro con cui sfamare la famiglia. I tempi esaltano cambiamenti radicali a cui nostri cuori non sono abituati.
Il romanticismo va scomparendo e l’armonia è immobilizzata in una bara di pubblicità confusionaria. L’editore dovrebbe finalizzare la sua ricerca, mirando all’abilità e meno alla vendita, educando il pubblico e non inflazionandolo con sconcertanti clamorose apparizioni d’autori che fanno mode in base alle sceneggiature di possibili film.

.  |










 
poezii poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
poezii Questo è l'Olimpo della Lettertura, della Poesia, e della Cultura. Se hai piacere di partecipare alle nostre iniziative scrivi altrimenti appaga la tua conoscenza con gli articoli, la saggistica, la prosa, la poesia classica e/o contemporanea oppure partecipa ai nostri concorsi. poezii
poezii
poezii  Cerca  Agonia.Net  

La riproduzione di qualsiasi materiale che si trova in questo sito, senza la nostra approvazione, é assolutamente vietata
Copyright 1999-2003. Agonia.Net

E-mail | Politica di condotta e confidenzialità

Top Site-uri Cultura - Join the Cultural Topsites!