agonia
italiano

v3
 

Agonia.Net | Regolamento | Pubblicità Contatto | Registrati!
poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
armana Poezii, Poezie deutsch Poezii, Poezie english Poezii, Poezie espanol Poezii, Poezie francais Poezii, Poezie italiano Poezii, Poezie japanese Poezii, Poezie portugues Poezii, Poezie romana Poezii, Poezie russkaia Poezii, Poezie

Poesia Personali Prosa Sceneggiatura Saggistica Stampa Articolo Comunità Concorso speciale Tecniche letterarie

Poezii Românesti - Romanian Poetry

poezii


 

dello stesso autore




Traduzioni di questo testo
0

 I commenti degli utenti


print e-mail
Lettori: 85 .



Ogni fiume segue il suo cammino.
poesia [ ]

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
di [amcozza ]

2017-12-08  |     | 



Lo spolveriamo e lucidiamo
tutti i giorni quest'amore
clandestino messo all'angolo
e in ombra dalla cattiva salute
delle nostre vite separate;
sul giornaliero notiziario
c'è sempre lo stesso titolo:
alluso, senza lasciarlo a vedere
pur ci auguriamo di sorprenderci
per qualche nuovo trafiletto
che possa per incanto strabiliarci
ma ahimè tanto non accade
e così con la randagia mente
indietro e avanti andiamo
rassegnati per trovarci sempre
allo stesso punto reclusi.
E intanto il mondo ruota
il tempo incrina e fugge
e noi confinati in quattro mura
affacciati su uno spazio vuoto
che solo aloni di morte emana.
Tanto non ce lo aspettavamo
di certo e or quasi cencio
è questo destino che sfarzoso
volevamo veder sfilare
sulla passerella della vita,
vita bugiarda che dirupa
nelle tenebre e di spalle
appena si lascia guardare
negandoci i suoi rari sorrisi.
Quanto fa ricordo sai, qual risacca
fa quando camminavamo
con doppio orgoglio, mano nella mano
per vie soleggiate e altrui occhi
increduli denunciavano stupore
per vedere a spasso tanto amore:
luce su luce su noi cadeva
gioia nel tuo e nel mio cuore brillava!
Che nesso dimmi c'è tra ora e allora
che subdola legge impera,
quale cieco fato ci piega?
Può solleticarci e farci lieti
ancora qualcosa e l'animo gonfiare
di speranze veritiere, divertirci
di sole e mare, ristorarci
nell'alcova di un sogno vago?
Che ci terrà fuori dal gorgo
di funesti pensieri
che atri ci fioccano intorno?
Tutto è provvisorio: eccetto la morte
che ci fiuta da mattina a sera!
Ma non piangiamo afflosciati e vinti!
Vano non è stato tanto amarci
andiamo avanti, affrontiamo la sorte
appoggiati a una esile speranza
attendiamo con una menzogna
confortevole ancora il sole
che ignorando ogni diverso volere
al risveglio pur albeggia
e prosegue con noi nel suo cammino.

.  |










 
poezii poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
poezii Questo è l'Olimpo della Lettertura, della Poesia, e della Cultura. Se hai piacere di partecipare alle nostre iniziative scrivi altrimenti appaga la tua conoscenza con gli articoli, la saggistica, la prosa, la poesia classica e/o contemporanea oppure partecipa ai nostri concorsi. poezii
poezii
poezii  Cerca  Agonia.Net  

La riproduzione di qualsiasi materiale che si trova in questo sito, senza la nostra approvazione, é assolutamente vietata
Copyright 1999-2003. Agonia.Net

E-mail | Politica di condotta e confidenzialità

Top Site-uri Cultura - Join the Cultural Topsites!