agonia
italiano

v3
 

Agonia.Net | Regolamento | Pubblicità Contatto | Registrati!
poezii poezii poezii poezii poezii
poezii
armana Poezii, Poezie deutsch Poezii, Poezie english Poezii, Poezie espanol Poezii, Poezie francais Poezii, Poezie italiano Poezii, Poezie japanese Poezii, Poezie portugues Poezii, Poezie romana Poezii, Poezie russkaia Poezii, Poezie

Poesia Personali Prosa Sceneggiatura Saggistica Stampa Articolo Comunità Concorso speciale Tecniche letterarie

Poezii Românesti - Romanian Poetry

poezii


 
dello stesso autore






Traduzioni di questo testo
0

 I commenti degli utenti


print e-mail
Lettori: 775 .



La nebbia
prosa [ ]

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
di [emmagreceanu ]

2013-10-03  |     | 



Dovevi vedere come la nebbia, venendo dal largo, inghiottiva lentamente le acque.
Non erano nuvole che, passando, macchiano con toni di azzurro o petrolio le onde chiare, mandandoti con il dolore nel passato dove tu stesso, sorpreso da una felicità inspiegabile, guardavi, con i piedi riscaldati dalla polvere, il loro gioco sopra le pianure, pensando che non desideri niente di più.
Neanche un passo avanti.
La nebbia inghiottiva il mare che, pressato, come dolorante, sembrava intorpidito.Piccole onde arrivarono con sforzo alla riva. Un andata-e-ritorno appena percettibile e indifferente.

Ero lì e guardavo, con le lacrime negli occhi, il movimento delle foglie di palma.
Mi addolorava l'immagine delle loro cime nascoste, le luci dei lampioni accesi, la strada vuota, le sedie dalle terrazze senza nessuno, il rumore di una foglia che rotola intermittente,
il riso sporadico degli uomini dal bar,
la mia appartenenza dubbia
la sensazione che, sebbene le immagini passano attraverso di me, loro rimarranno lì, io andrò più avanti.
E ho pensato che una parte di felicità passata coltiva il dolore che sento, in un modo inspiegabile adesso.
Non è la mia idea, ma dico e credo che, in un giorno, quando le nuvole passeranno, macchiando le acque e io sarò lì, raccoglierò tutta la tristezza delle immagini passate.
e come ho sofferto tanto, così mi rallegrerò.

Dovevi vedere come trasalii…

Dalla nebbia è emerso lentamente il corpo pesante di una nave che, scivolando come uno scarafaggio gigante, dentro il nulla di un sogno,
tirava la notte...


.  |











 
shim Questo è l'Olimpo della Lettertura, della Poesia, e della Cultura. Se hai piacere di partecipare alle nostre iniziative scrivi altrimenti appaga la tua conoscenza con gli articoli, la saggistica, la prosa, la poesia classica e/o contemporanea oppure partecipa ai nostri concorsi. shim
shim
poezii  Cerca  Agonia.Net  

La riproduzione di qualsiasi materiale che si trova in questo sito, senza la nostra approvazione, é assolutamente vietata
Copyright 1999-2003. Agonia.Net

E-mail | Politica di condotta e confidenzialità

Top Site-uri Cultura - Join the Cultural Topsites!